Home / AI News / Apple AI fallirà? Robot al volante. Musk: 1000 Optimus per Tesla – AI MIX (E01)
×
IA per tutti
×
icona-ricerca

Apple AI fallirà? Robot al volante. Musk: 1000 Optimus per Tesla – AI MIX (E01)

Analizziamo le notizie più interessanti dal mondo dell'intelligenza artificiale nel nostro podcast AI MIX di iapertutti.it. Anche in formato video.

di Andrea Fantucchio

Benvenuti a questo approfondimento su AI MIX, dove esploriamo le ultime novità dal mondo dell’intelligenza artificiale e della robotica.

In questo episodio, analizziamo le innovazioni di Apple nel campo dell’AI, i robot umanoidi che guidano auto e il piano di Elon Musk per introdurre 1000 robot Optimus nella produzione di Tesla.

Parleremo anche del nuovo modello di generazione video “Dream Machine” introdotto da Luma Labs e della disputa fra Forbes e Perplexity AI per una presunta violazione di copyright.

Microsoft, intanto, ha deciso di non lanciare Recall: una nuova funzionalità di intelligenza artificiale che doveva essere nativa sui suoi computer. Il problema? La sicurezza dei dati degli utenti (i nostri dati).

AI MIX: guarda il video podcast

🔔 Iscriviti al canale gratuitamente per non perderti i prossimi video tutorial e approfondimenti.

Ascolta il podcast

Ascolta gratis AI MIX su Spotify.

Tutte le notizie in breve

Apple Intelligence: Apple ha presentato la sua nuova AI che promette di rivoluzionare il mercato tech. (Guarda le immagini della presentazione di Apple ⁠)

Robot umanoidi al volante: Una ricerca che arriva da Tokyo presenta un prototipo di robot umanoide che può guidare un’auto. (Guarda le immagini dell’umanoide Mushashi al volante)

Addestramento intelligente per robot: Un nuovo metodo di addestramento dei robot arriva dal Massachusetts Institute of Technology (MIT) negli Stati Uniti. (Leggi il paper dei ricercatori del MIT )

AI Generativa per Immagini: Un nuovo modello di intelligenza artificiale che genera immagini sta facendo parlare di sé. Sfida SORA di OpenAI e Veo di Google, non ancora disponibili al pubblico. (Guarda il nostro tutorial sul nuovo modello di generazione di video “Dream Machine” di Luma Labs)

Perplexity AI vs. Forbes: La disputa tra Perplexity AI e Forbes riporta d’attualità il tema della tutela del diritto d’autore da parte dell’intelligenza artificiale.

Apple e la privacy: Apple ha siglato un accordo con OpenAI per integrare ChatGPT nei suoi dispositivi. Ma quali sono le implicazioni per la privacy degli utenti?

Recall ritirata da Microsoft: L’azienda ha deciso di non lanciare la funzionalità Recall nel suo nuovo Copilot a causa di problemi di sicurezza. Cosa significa questo per gli utenti?

Il dilemma di Apple: Apple sta diventando troppo simile ad Android? Analizziamo le recenti scelte estetiche e funzionali dell’azienda di Cupertino e le prospettive future tra pro e contro.

Migliaia di robot in arrivo: Elon Musk ha annunciato l’introduzione di oltre 1000 esemplari di Optimus (i suoi robot) nelle fabbriche Tesla entro il 2025.

Apple Intelligence: rivoluzione o rischio?

Apple ha recentemente presentato la sua nuova Apple Intelligence, un’intelligenza artificiale integrata in tutte le applicazioni del suo ecosistema. L’AI funzionain locale, ma per richieste più complesse utilizza un Cloud criptato.

La particolarità di questa AI è l’elevato grado di personalizzazione che può offrire grazie ai dati raccolti sugli utenti.

Vantaggi dell’Apple Intelligence:

Sfide e Preoccupazioni:

Robot umanoidi al volante: il futuro della mobilità?

Un altro tema caldo di questo episodio è l’introduzione di robot umanoidi capaci di guidare auto. La ricerca arriva dall’università di Tokyo, in Giappone.

I robot umanoidi, con la loro capacità di percepire e reagire all’ambiente circostante, potrebbero ridurre drasticamente gli incidenti causati da errori umani.

Nel primo testo, visibile in un video pubblicato su YouTube, l’umanoide Musashi affronta un breve percorso con discreta abilità. Nelle prestazioni, comunque, il robot ha dimostrato un “eccesso di cautela”, impiegando alcuni minuti per completare una curva.

Una delle potenziali applicazioni di queste tecnologie è per l’introduzione di robot taxi. Uno dei ricercatori, impegnati nello studio, collabora già con l’azienda automobilistica Toyota.

Benefici dei robot umanoidi alla guida:

Elon Musk e Tesla: oltre 1000 Robot Optimus in Produzione

Nell’ultima conferenza con gli azionisti Tesla, Elon Musk ha annunciato un ambizioso progetto: introdurre 1000 robot Optimus nelle linee di produzione.

Questi robot, dotati di avanzate capacità di apprendimento e adattamento, promettono di rivoluzionare il processo produttivo, aumentando l’efficienza e riducendo i costi.

Musk ha spiegato che un giorno Optimus potrebbe costare 10.000 dollari, meno della metà di un’auto Tesla ed essere a disposizione di chiunque.

Policy composition: un nuovo modo di addestrare i robot

Dal MIT arriva una ricerca che mira a fondere le informazioni raccolte da più modelli di intelligenza artificiale per addestrare un robot a compiere più compiti in modo efficace.

Oggi, più il modello di dati è vasto e generico, e più il robot tende a svolgere un numero maggiore di compiti in modo meno preciso. Una premessa molto rilevante in contesti come quelli produttivi.

I ricercatore hanno aggiunto informazione raccolti da video girati da esseri umani e altri dati provenienti da simulazioni digitali a quelli disponibili dal mondo reale. Ci riferiamo ai feedback che i robot hanno tratto interagendo con l’ambiente.

Questa composizione di più modelli ha migliorato i risultati del 20%, permettendo a un robot di essere polivalente in più task assegnate.

Forbes vs Perplexity AI

Il colosso dell’informazione economica Forbes ha accusato l’azienda Perplexity AI di aver diffuso sul suo motore di ricerca informazioni contenute in un’inchiesta a pagamento condotta dalla testata giornalistica.

Perplexity sfrutta un assistente di intelligenza artificiale per riassumere informazioni raccolte da più modelli di intelligenza artificiale e cita le fonti. Gli utenti possono decidere di approfondire cliccando sui link.

Stavolta, però, qualcosa è andato storto nell’attribuzione della provenienza delle notizie. Il discorso è però più vasto.

Con modelli di intelligenza artificiale che fagocitano quantità enormi di dati (opere d’arte, articoli, libri, podcast, video) è fondamentale sviluppare politiche trasparenti che permettano di tutelare correttamente la proprietà intellettuale.

Oggi, purtroppo, siamo ancora in alto mare. Nessuno Stato ha ancora una legislazione aggiornata per regolare l’attività di collazione delle informazioni svolta dai modelli di intelligenza artificiale generativa.

Inoltre la polverizzazione degli interessi Statali e privati rende complesso far lavorare insieme i regolatori o permettere loro di affidarsi a enti indipendenti.

Microsoft non lancerà Recall sui Copilot Pc

Microsoft ha congelato il lancio di Recall, una delle funzionalità più attese sui suoi Copilot Pc: i nuovi computer con intelligenza artificiale nativa. Recall permetteva di realizzare migliaia di screen dell’attività degli utenti sul computer.

Un assistente di intelligenza artificiale, che girava in locale, poteva poi fornire i dati più utili su richiesta. Il sistema recupera le informazioni attraverso le immagini e non sfruttando un sistema semantico.

I dati raccolti da Recall non sarebbero stati usati per addestrare l’AI di Microsoft e non avrebbero mai lasciato i computer per approdare sui server dell’azienda. Tutto perfetto? Non proprio: timori sulla sicurezza hanno spinto Microsoft a sospendere il lancio di Recall.

In rete sono anche circolati dei video che mostravano la vulnerabilità dei database locali.

(Nel video di seguito avevo parlato di Recall e di tutte le novità relative ai Copilot pc)

Conclusioni: un futuro tra innovazione e sfide

Le innovazioni presentate in questo episodio di AI MIX mostrano come l’intelligenza artificiale e la robotica stiano rapidamente trasformando il nostro mondo.

Dall’integrazione dell’AI nelle applicazioni Apple alla guida automatizzata dei robot umanoidi, fino ai robot industriali di Tesla, stiamo assistendo a un’era di cambiamenti senza precedenti.

Tuttavia, queste tecnologie sollevano anche importanti questioni etiche e di sicurezza, specialmente in termini di privacy dei dati e sicurezza informatica.

Sarà cruciale per le aziende e i legislatori affrontare queste sfide per garantire che i benefici dell’innovazione tecnologica siano equamente distribuiti e che i rischi siano adeguatamente mitigati.

Cita questo articolo