Home / AI Talks / Apple Intelligence vietata in Europa? DMA vs AI: che succede
×
IA per tutti
×
icona-ricerca

Apple Intelligence vietata in Europa? DMA vs AI: che succede

Apple ritarderà il lancio della sua Apple Intelligence perché la sua AI andrebbe in contrasto con il Digital Markets Act (DMA) dell'Unione Europea.

di Andrea Fantucchio

Apple Intelligence, l’atteso sistema di intelligenza artificiale di Apple, potrebbe non vedere mai la luce in Europa a causa del Digital Markets Act (DMA). Ma cosa significa questo per il futuro dell’AI nel vecchio continente?

Ne abbiamo parlato con l’avvocatessa Giovanna Panucci, esperta di privacy e cybersecurity.  Divulgatrice con la newsletter Gladiatori Digitali, riferimento italiano per le notizie sul trattamento dei dati e la privacy nel mondo tech. E curatrice della collana Città Sicure Digitali per Simone Editore.

Iscriviti al canale YouTube di IA per tutti per non perdere i prossimi tutorial su strumenti come Leonardo AI, Filmora, Suno, Canva e molti altri. In questa pagina trovi i nostri tutorial completi sugli strumenti di AI.

Segui il podcast per approfondimenti sull’AI. Entra nella community TelegramWhatsApp e iscriviti alla newsletter settimanale per ricevere news e risorse aggiuntive.

Il Digital Markets Act e l’impatto su Apple AI

Il DMA, mira a regolare le grandi piattaforme digitali per garantire una concorrenza leale nel mercato digitale europeo. Tuttavia, le sue implicazioni vanno ben oltre, toccando il cuore stesso dell’innovazione tecnologica.

Perché Apple Intelligence è a rischio in Europa?

Apple Intelligence, come molti altri sistemi di AI avanzati, si basa su vasti set di dati per funzionare efficacemente. Il DMA impone rigide regole sulla raccolta e l’utilizzo dei dati, che potrebbero rendere difficile, se non impossibile, per Apple implementare il suo sistema AI in Europa senza significative modifiche.

Nella video intervista esploriamo le conseguenze della regolamentazione europea sullo sviluppo dei servizi di intelligenza artificiale. Si parla anche di OpenAI, azienda che ha sviluppato ChatGPT.

Risorse utili

Cita questo articolo