Home / Intelligenza Artificiale / GPTs ed esseri umani: siamo davvero così diversi?
×
IA per tutti
×
icona-ricerca

GPTs ed esseri umani: siamo davvero così diversi?

Scopri cosa sono si GPTs e come l'intelligenza artificiale specifica si ispira a caratteristiche dell'intelligenza umana.

di Annachiara Piscitelli

Intelligenza artificiale sempre più personale e personalizzata: l’avvento dei GPTs.

La piacevole compagnia di ChatGPT, seppur di notevole spessore data l’abilità linguistica molto simile a quella degli esseri umani, ha ormai iniziato ad annoiare con le sue risposte prolisse e le cadute di stile tipiche di uno stagista alle prime armi.

Il fascino iniziale legato alla possibilità di intrattenere una conversazione intelligente con una macchina ha ora ceduto il passo a una necessità ben più pragmatica: cosa possiamo farci con questa IA?

OpenAI non ha tardato a fiutare il pericolo (e anche l’opportunità di business) e dopo ChatGPT ha ben pensato di tentare gli utenti con un prodotto ancora più personale e personalizzabile, destinato ad adattarsi agli usi più disparati: i GPTs.

Entra nella community Telegram e WhatsApp per ricevere news e approfondimenti sul mondo dell’intelligenza artificiale e chattare con altri appassionati.

Mente umana e GPTs: cos’hanno in comune?

Per capire a fondo come funzionano i GPTs e quale grande potenziale si cela dietro il loro utilizzo, il primo passo è compiere un viaggio per alcuni forse un po’ insolito ma decisamente rivelatore quando si parla di intelligenza artificiale: quello all’interno della mente umana.

No, non stiamo avviando nessuna sessione di psicoterapia (abbiamo esplorato il decreto in lungo e in largo, ma pare che il bonus psicologo ancora non copra i dialoghi con le IA), ma siamo certi che quando sarete arrivati alla fine della pagina, sentirete di conoscervi un po’ di più.

Dunque, cosa c’entra la mente umana con i GPTs? Per scoprirlo, continua a leggere ma, ti prego, se sei debole di cuore fermati qui!

Video tutorial che spiega come creare un GPTs e caricarlo sul GPT store

Capire il cervello per capire i GPTs

Il cervello umano è un organo a dir poco complesso, il cui studio ha affascinato scienziati e filosofi da sempre. Una delle sue particolarità è il modo in cui è strutturato, a partire dalla suddivisione tra emisfero destro ed emisfero sinistro.

Non cadremo nella storica e riduttiva separazione tra parte razionale e parte creativa (per i più pignoli: sì, parliamo proprio della lateralizzazione), le cose non stanno esattamente così: le nostre due metà, infatti, comunicano e interagiscono tra loro. Quello che però accade al livello della corteccia cerebrale, la parte esterna e più sviluppata, merita una certa attenzione.

Quest’area è infatti divisa in quattro lobi, ciascuno con funzioni specifiche:

Ma a cosa ci serve sapere tutto questo? Riconoscere che ogni parte del nostro cervello (e in generale del nostro corpo!) svolge una funzione specifica è il primo passo verso la comprensione dei GPTs.

I GPTs contro i limiti dei Large Language Models

I Large Language Model (LLM) come GPT (il modello linguistico alla base di ChatGPT), pur essendo sorprendentemente abili nella comprensione e generazione di linguaggio, non di rado possono produrre output verosimili ma errati, inventando fatti o fornendo informazioni che, quando non dannose, possono essere a dir poco inutili.

Inesattezze e incongruenze non si limitano soltanto alla storia o all’attualità, ma anche a operazioni matematiche, scrittura di codice o assunti medico-scientifici. Gli LLM, infatti,  mancano di una vera comprensione del significato e non possiedono una conoscenza diretta del mondo: le loro risposte sono formulate attraverso una pura valutazione di probabilità statistiche. 

Se la loro capacità di “parlarci” in senso ampio e generico può stupire, basta scendere di appena un gradino nella scala della specializzazione per coglierli in fallo. Più il compito che chiediamo a questi modelli di svolgere richiede una conoscenza approfondita in un settore particolare o informazioni puntuali, più questi potrebbero essere imprecisi, poiché mancano di una comprensione approfondita del dominio specifico.

Specializzazione estrema: la chiave di successo dei GPTs

È proprio qui che entrano in gioco i GPTs: una fusione tra la potenza generativa dei modelli di linguaggio che ormai conosciamo e la personalizzazione su compiti specifici. Una volta in possesso di un abbonamento Plus a OpenAI, è infatti possibile costruire la propria versione di ChatGPT. E non solo una!

Attraverso istruzioni e documenti, chiunque può fabbricarsi tanti assistenti virtuali quante sono le funzioni che si desiderano assolvere.

Qualche esempio? Un programmatore esperto, un insegnante di storia, un arguto filosofo, un talentuoso grafico. Proprio come a ogni parte del nostro cervello corrisponde un certo “dominio di competenze”, così a ogni GPT sarà associato un settore di pertinenza: più il perimetro di ciascun GPT sarà preciso e ben delineato, migliore sarà la qualità del risultato restituito.

Un’intelligenza artificiale sempre più umana

Come ogni area della corteccia cerebrale è adibita a determinate mansioni, allo stesso modo ogni GPT può avere una destinazione particolare. È evidente che la strada per rendere l’intelligenza artificiale sempre più avanzata non può prescindere dall’analisi minuziosa di noi stessi, della macchina perfetta che in primis noi siamo. È ricalcando la natura umana che l’intelligenza artificiale è veramente in grado di fiorire ed evolvere

E se la prossima sfida fosse farla sognare?

FAQ

Cosa significa GPT?

Generative Pre-trained Transformers: un tipo di modello linguistico di grandi dimensioni basato sull’architettura dei transformers, pre-addestrati appunto su enormi quantità di dati di testo e in grado di generare nuovi contenuti simili a quelli umani.

Dove si creano i GPTs?

Per poter accedere alla creazione dei GPTs, è indispensabile aver sottoscritto un abbonamento Plus. Dopodiché, basta cliccare su Explore nel menu di sinistra e selezionare + Create a GPT per aprire l’interfaccia di GPT Builder.

Che cos’è GPT Store?

GPT Store è lo spazio pensato da OpenAI per la pubblicazione dei GPTs. Qui sarà possibile accedere alle versioni personalizzate di GPT condivise dagli utenti, che potranno anche guadagnare dalla vendita delle proprie creazioni.

Impara a scrivere prompt da zero e sblocca tutti i corsi, i podcast e le guide aggiuntive con la nostra community premium.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti:

Cita questo articolo